Quando e dove si potrà nuotare nella buca di ghiaccio dell'Epifania nel 2025?

Il bagno dell'Epifania collega le tradizioni pagane con le tradizioni della chiesa cristiana. Questo non è un rito della chiesa, ma una bellissima usanza popolare apparsa nel 998. I cristiani ortodossi si immergono volontariamente nel Giordano, dimostrando il loro impegno per la fede e mettendo alla prova la loro forza d'animo. Coloro che si preparano a tuffarsi nella buca di ghiaccio per l'Epifania del 2025 devono informarsi in anticipo dove e quando potranno fare il bagno.

Quando fare il bagno nell'Epifania 2025

Si può scendere in una fonte appositamente attrezzata subito dopo la funzione serale della vigilia dell'Epifania, durante la quale avviene la prima benedizione dell'acqua. Nelle chiese situate vicino ai bacini naturali, viene organizzata una processione religiosa (processione al Giordano). I sacerdoti benedicono l'acqua del fiume, da dove puoi attingere o tuffarti. Puoi nuotare immediatamente dopo la liturgia (dalle 19.00 alle 18.01) e durante l'intera vacanza - Epifania o Epifania, ma solo in luoghi appositamente designati.

Persone dentro e intorno al buco nel ghiaccio

I bagni vengono preparati in anticipo. Tagliano un buco nel ghiaccio a forma di croce e installano una passerella in modo che le persone possano salire facilmente dopo le abluzioni. I dipendenti del Ministero delle situazioni di emergenza e i medici delle ambulanze sono sempre in servizio sulla riva.

Puoi scoprire dove sono attrezzati i siti e a che ora aprono per la balneazione nelle chiese cittadine (o rurali). Se si verificano cambiamenti a causa del tempo o della situazione epidemica, vengono avvisati in anticipo.

Dove puoi nuotare?

Ogni città ha i suoi luoghi preferiti per il bagno dell'Epifania. Puoi scoprire dove andare nei templi. Pianificato:

  • a Mosca e nella regione di Mosca si prevede di attrezzare 227 siti;
  • a Leningrado - 23;
  • a Ufa - 7;
  • a Samara - 4.

Verranno creati buchi di ghiaccio in altre città e paesi, sia nei bacini naturali che in quelli artificiali.

Indirizzi dei caratteri a Mosca:

Indirizzi dei bagni a Mosca

Elenco degli indirizzi dei luoghi di balneazione per l'Epifania a Mosca

Indirizzi dei caratteri a San Pietroburgo:

Elenco degli indirizzi dei caratteri a San Pietroburgo

Indirizzi dei bagni di San Pietroburgo

Indirizzi dei luoghi di nuoto per l'Epifania a San Pietroburgo

Indirizzi dei caratteri in Ufa:

Indirizzi dei bagni a Ufa

Indirizzi dei bagni a Samara:

Indirizzi dei bagni a Samara

Regole su come prepararsi e tuffarsi

Anche chi pratica annualmente il bagno dell’Epifania dovrebbe iniziare a prepararsi in anticipo. Per i principianti, è meglio preparare il corpo per i prossimi test entro 3-4 mesi:

  1. Introduci nella tua dieta alimenti che aumentano la produzione di emoglobina: carne rossa, fegato, petto di pollo, verdure e frutta rosse e arancioni.
  2. Inizia a indurire. La temperatura dell'acqua deve essere abbassata gradualmente. Prima quando si sciacquano i piedi, poi si lava tutto il corpo. Si consiglia di terminare tutte le procedure idriche con una doccia di contrasto.
  3. Evitare le diete mirate a perdere peso.

Quando ti vesti a casa, devi indossare solo capi del guardaroba che possano essere facilmente indossati sul corpo bagnato. L'abbigliamento dovrebbe essere spazioso, senza chiusure o bottoni: una camicia ampia, un maglione, pantaloni con elastico, stivali di feltro o stivali con la parte superiore ampia.

Prima di immergerti, devi fare diversi esercizi per accelerare il flusso sanguigno, allungare gli arti e “testare” la flessibilità delle articolazioni. Esercizi adatti: oscillazioni delle braccia, squat, piegamenti.

Si consiglia di scendere in acqua con cautela, non sono consigliabili salti e tuffi bruschi lungo le passerelle. Durante l'immersione, trattieni il respiro. Nonostante il rito descritto nel Vangelo - la tripla immersione - quando si nuota per la prima volta all'Epifania, è meglio non tuffarsi a capofitto nell'acqua, per non provocare vasospasmo. La preghiera – “Nel nome del Padre, figlio…” – basta sussurrare una volta.

L'uomo nel carattere

Dopo aver lasciato l'acqua fredda, devi strofinare accuratamente il corpo, iniziando dalla parte superiore della schiena e dal torace e finendo con i piedi. È meglio se qualcuno aspetta sulla “riva” con un asciugamano, che si getta subito sulle spalle finché la pelle non si raffredda; e un thermos di tè caldo.

Coloro che non praticano il nuoto invernale non dovrebbero sperimentare se la temperatura dell'aria scende al di sotto di -10...15°C.

Storia: da dove viene il bagno dell'Epifania e cosa significa?

Anche nell'antica Rus', il bagno nelle sorgenti era associato alla purificazione e gli imperatori bizantini nei tempi antichi eseguivano abluzioni rituali, liberandosi dai peccati.

La narrazione descritta nel Vangelo racconta come Gesù Cristo, 30 anni, si avvicinò a Giovanni Battista, che era a Bethabara, sulle rive del fiume Giordano, e gli chiese di celebrare il rito del Battesimo. Questo evento è diventato un simbolo di purificazione e transizione verso una nuova vita, impegno per una nuova fede.

Quando il cristianesimo arrivò nella Rus', la tradizione delle abluzioni rituali aveva già messo radici profonde. Lo stesso principe Vladimir fu battezzato sulle rive del Dnepr e poi consacrò il suo esercito nelle acque del fiume. Tutte le usanze sono combinate e nonostante la chiesa non richieda l'immersione, gli ortodossi ritengono loro dovere dimostrare devozione alla fede immergendosi tre volte in una fonte consacrata.

C'è un'altra opinione che spiega perché è nata l'usanza di nuotare in una buca di ghiaccio. Il periodo natalizio è un periodo di divertimento. Durante questo periodo, i cristiani ortodossi camminavano travestiti da diavoli e bevevano alcolici, a volte in eccesso. E per purificarsi davanti al volto del Signore, lavarono i loro peccati con l'aiuto di abluzioni rituali.

Devi immergere la testa tre volte: "Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo!"

L'uomo nel buco del ghiaccio

Perché e perché adesso nuotano nella buca di ghiaccio dell'Epifania?

Fino al XIX secolo nella Rus' non esistevano bagni di massa. A volte gli uomini, dimostrando la loro abilità, si tuffavano in una buca di ghiaccio, oppure il clero imponeva penitenze a cristiani ortodossi, monaci o novizi che si comportavano in modo troppo selvaggio durante il periodo natalizio come punizione. Ma già nel XIX secolo fu ripresa la tradizione di immergersi nel Battesimo per purificarsi spiritualmente.

Adesso tuffarsi nella buca del ghiaccio si è in qualche modo trasformato in una competizione. Durante il bagno, non solo si purificano dai peccati, ma si mettono anche alla prova per la resistenza. C'è anche chi si tuffa nel fiume al freddo per provare nuove sensazioni.

Cosa fare e cosa non fare prima, durante e dopo il nuoto

Quando pianificano di immergersi nell'Epifania, molti portano con sé i propri figli. Anche se gli adolescenti nuotano, dovrebbero essere costantemente sorvegliati. Lo strato sottocutaneo di fibre non si è completamente formato, l'ipotermia si verifica più velocemente in giovane età. Il freddo può far dimenticare al bambino che sa nuotare.

Prima di nuotare devi mangiare: non puoi nuotare nella buca del ghiaccio a stomaco vuoto. I principianti non dovrebbero immergersi nell'acqua per più di 1 minuto. È importante prepararsi in anticipo non solo per l'immersione, ma anche per la risalita: ispezionare le passerelle e i corrimano per non inciampare.

Il consiglio del medico

Puoi fare un tuffo solo quando non ci sono malattie croniche associate agli organi situati nella zona della testa:

  • otite;
  • sinusite;
  • tonsillite.

Durante le immersioni, devi trattenere il respiro: è meglio coprirti il naso con la mano. Se non hai nuotato in inverno, nuotare al freddo per 5 minuti può causare ipotermia.

Il peggioramento della condizione durante il nuoto renderà più difficile alzarsi. Pertanto, hai bisogno di qualcuno che aspetti sulla riva.

Sintomi che indicano che l’immersione dovrebbe essere evitata:

  • vertigini;
  • “vola” davanti agli occhi;
  • nausea;
  • sensazioni dolorose;
  • brividi battendo i denti.

Può sembrare che siano causati dagli sbalzi di temperatura e scompaiano dopo l'immersione - almeno così dicono spesso le persone vicine. Niente andrà via: la condizione potrà solo peggiorare. Mentre hai la forza, devi uscire dall'acqua.

Non dovresti portare con te i bambini di età inferiore a 7 anni nel buco del ghiaccio, anche se li hai induriti. Il sistema immunitario funziona in modo instabile in età prescolare ed è difficile prevedere le conseguenze per il corpo.

Non devi bere alcolici prima o dopo l'immersione. L'alcol al freddo ha un effetto negativo sui vasi sanguigni. Si espandono rapidamente e poi si contraggono quasi istantaneamente. Una delle conseguenze dello spasmo è l'ictus.

Inoltre, sotto l'influenza dell'alcol, diminuisce la percezione del caldo e del freddo. Sembra che si sia riscaldato, ma in realtà ciò non è avvenuto. Le conseguenze dell'ipotermia sono malattie respiratorie, bronchite e polmonite.

Uomini nel carattere sullo sfondo dell'icona

Cosa dice il prete?

Poiché l'Epifania nuotare in una buca di ghiaccio non è un'usanza religiosa, ma una bella tradizione, il clero esprime solo il proprio atteggiamento personale nei confronti di ciò che sta accadendo.

Alcuni credono che per molti questa sia un'opportunità per partecipare alla Grande Festa. Ma allo stesso tempo avvertono che nuotare “per compagnia” o “per interesse sportivo” non cambierà nulla. Ma se, dopo l'immersione, verrà loro spiegato il simbolismo di quanto sta accadendo, capiranno cosa significa impegno nella fede e, forse, in futuro visiteranno i templi.

Ma ci sono anche preti che credono che il battesimo e il bagno in una buca di ghiaccio non abbiano nulla in comune. Gesù Cristo fu battezzato nel fiume Giordano, non in un buco nel ghiaccio. Se vuoi seguire l’usanza russa, vai avanti, ma dopo non devi aspettarti una ricompensa dal Signore. Il significato della vacanza non cambierà perché qualcuno si è tuffato o non si è tuffato nel fiume al freddo.

Tutto il clero concorda sul fatto che non dovresti fare la doccia la notte dell'Epifania. Questa usanza è apparsa di recente e distorce l'essenza della vacanza. L'immersione del Signore non ha nulla a che fare con le procedure dell'acqua.

I benefici e i danni di nuotare in una buca di ghiaccio

Dopo essere scesi nel buco del ghiaccio per l'Epifania, i credenti sperimentano l'euforia. Si sono sentiti più vicini a Cristo e hanno dimostrato il loro impegno nella fede.

Se consideriamo le immersioni per scopi sanitari, le proprietà benefiche del nuoto invernale sono:

  • aumentare l'immunità;
  • rafforzare i vasi sanguigni;
  • testare la capacità di mobilitarsi in situazioni stressanti.

Un uomo in un buco nel ghiaccio sullo sfondo di persone

Ma per una persona impreparata, l'ipotermia porta solo danni. Le malattie croniche si aggravano e compaiono patologie legate al raffreddore. Chi nuota soffre più spesso di laringite, rinite, tracheite, bronchite, pielonefrite e cistite. È molto peggio se le conseguenze del nuoto senza previa preparazione sono ictus, infarti e broncospasmi causati dalla cessazione riflessiva della respirazione.

Controindicazioni per chi non deve nuotare

Elenco delle controindicazioni assolute per fare il bagno nell'Epifania:

  • età superiore a 73 anni;
  • gravidanza;
  • malattie croniche.

Non puoi immergerti in una buca di ghiaccio se hai malattie croniche: ORL e organi riproduttivi, sistemi cardiovascolare, respiratorio e urinario, reni, disturbi neuropsichici.

FAQ

Come si chiama il buco nel ghiaccio in cui si immergono i credenti per il Battesimo?

Il carattere si chiama "Jordan" e ha la forma di una croce. Il nome ricorda un evento religioso: l'immersione di Cristo durante il battesimo in un fiume vicino alla città di Bethavara.

È possibile nuotare durante le mestruazioni?

Durante le mestruazioni, le donne dovrebbero astenersi dal partecipare a rituali religiosi. Pertanto, non dovrebbero immergersi nell'acqua consacrata. Ma puoi prendere parte al servizio, confessarti e ricevere la comunione. Se prima il clero si era espresso contro, ora può farlo.

Quanti gradi è la temperatura dell'acqua all'Epifania?

In acqua dolce la T può essere compresa tra 0 e +4°C. La sensazione che sia caldo è ingannevole.

In cosa dovrebbe nuotare una donna in una buca di ghiaccio?

Se una donna va in Giordania in costume da bagno, possiamo concludere che ha un interesse per lo sport. I credenti ortodossi dovrebbero comportarsi con modestia e, se decidono di immergersi, prepararsi in anticipo per il sacramento. Dovresti indossare una maglietta ampia, leggera e lunga che non limiti i movimenti, con maniche che coprano almeno 1/3 dell'avambraccio.

Perché le persone nuotano nella buca di ghiaccio dal 18 al 19 gennaio?

La tradizione è apparsa perché in questo momento si celebra la festa cristiana dell'Epifania, in onore di un evento religioso: il battesimo di Cristo nel fiume Giordano. Ma va detto che questo numero è stato calcolato approssimativamente durante la compilazione delle date rimanenti della vita del Salvatore durante la vita terrena.

Ti ammalerai dopo aver fatto il bagno all'Epifania?

Molte persone credono che poiché gli immersi dedicano il loro atto al Signore, è impossibile ammalarsi. Questa opinione è sbagliata: tutto dipende dalle capacità del corpo. Se ti prepari in anticipo, il nuoto avrà solo un effetto benefico.

Un bagno o una doccia possono sostituire un tuffo in una piscina?

Come già accennato, l'immersione invernale in una buca di ghiaccio non è un rito religioso, ma un'usanza popolare. Non ha nulla a che vedere con il Battesimo. E ancora di più, non dovresti generalizzare le procedure idriche a casa con un evento religioso.

Se decidi di unirti alla tradizione, dovresti scegliere un carattere appositamente attrezzato. I soccorritori saranno sicuramente in servizio intorno a lei per evitare problemi. E i sacerdoti, che sono sempre vicino alla buca del ghiaccio, ti diranno a cosa è associata questa bellissima usanza e li benediranno. che mostra impegno nella fede dimostrando forza d'animo.