7 celebrità uccise dai loro fan

Tutte le celebrità hanno i loro fan. E alcuni di loro non sono solo appassionati, ma letteralmente ossessionati dal loro idolo. A volte questi sentimenti diventano fatali quando i fan si arrabbiano con la stessa persona che ammirano.

La nostra selezione contiene storie tragiche di celebrità uccise dai loro fedeli fan.

7. Jesse James

ofkyfhx4Questo fuorilegge divenne uno degli eroi popolari più famosi d'America. In giovane età, James era un membro dell'esercito confederato. Ma quando finì la guerra civile americana, Jesse non volle tornare a una vita pacifica. Insieme a suo fratello Frank, formò una banda che divenne nota come James Gang.

Le avventure di Jesse furono romanticizzate dal pubblico americano, rendendolo l'equivalente americano di Robin Hood.

Robert "Bob" Ford era un fan di Jesse e presto incontrò il suo idolo. Dopo una rapina fallita, la banda di James aveva bisogno di reclute e Robert e suo fratello Charles si unirono a loro. I fratelli Ford sarebbero stati coinvolti in una sola rapina al treno.

Un giorno, Robert cadde nelle mani della polizia, e le autorità gli offrirono un patto: la grazia totale per i suoi crimini e una ricompensa per la cattura di Jesse James, vivo o morto.

Robert tornò nella banda di Jesse James e sparò alla schiena al famoso bandito. I fratelli Ford furono arrestati, giudicati colpevoli, condannati all'impiccagione e graziati lo stesso giorno.

6. Darrell Abbott

1ki1rmtcIl famoso chitarrista, noto ai fan e agli amici come "Dimebag", è stato ucciso da un fan sul palco durante un concerto.

Nathan Gale, un ex marine di 25 anni, soffriva di schizofrenia. Era ossessionato dal gruppo musicale Pantera, in cui Darrell suonava, e incolpava Abbott per il suo scioglimento.

Quando Darrell ha iniziato la sua esibizione, Nathan gli ha sparato sei volte a bruciapelo. Alcuni testimoni hanno detto che prima di sparare avrebbe gridato "vi siete lasciati con la Pantera". Ha poi iniziato a sparare sulla folla, uccidendo almeno due persone. Alla fine Gale fu ucciso da un agente di polizia, che in seguito ricevette il titolo di miglior agente di polizia del 2005 dalla National Gun Association per le sue azioni.

5.Rebecca Schaeffer

udfkjwh2La giovane e bella Rebecca era una delle attrici più apprezzate di Hollywood alla fine degli anni '80 del XX secolo. È stata uccisa da Robert John Bardo, che è diventato un fan di Rebecca dopo aver visto la serie televisiva My Sister Sam. Ha iniziato a scriverle lettere e lei ha risposto.

Quando Bardot ha visto l'ultimo film di Rebecca, in cui appariva in una scena di sesso con un altro uomo, era furioso. Ha pagato 250 dollari a un investigatore privato per trovare l'indirizzo dell'attrice e l'ha uccisa dopo una breve conversazione.

4. Selena Quintanilla-Perez

s20iuxayLa cantante, cantautrice, attrice, modella e stilista, soprannominata la "Madonna di Tejano", è stata uccisa a colpi di arma da fuoco dal presidente di uno dei suoi fan club.

La popolarità di Selena era enorme in Messico e la sua base di fan in America cresceva costantemente. Con il suo aspetto sorprendente, il senso unico dello stile e il talento vocale, la 23enne Selena era sulla buona strada per diventare una superstar internazionale.

La donna che ha premuto il grilletto si chiamava Yolanda Saldivar. Era un'amica e una delle più grandi fan di Selena.

Il padre di Selena, Abraham Quintanilla, ha detto ai giornalisti che Yolanda era stata licenziata dalla boutique di famiglia tre settimane prima dell'omicidio. Il negozio era a corto di soldi e Selena ha chiesto la restituzione di alcuni documenti finanziari. Le donne accettarono di incontrarsi in un motel a Corpus Christi, in Texas, dove Yolanda sparò e uccise Selena.

L'album postumo di Selena, Dreaming of You (1995), ha debuttato al numero uno nella classifica dei 200 migliori album musicali della rivista Billboard negli Stati Uniti. Nessun artista latinoamericano è mai riuscito a realizzare questa impresa prima.

3. Andrés Escobar

5110ohbqTutti sanno quanto possano reagire emotivamente i tifosi di calcio sia alle vittorie che alle sconfitte della loro squadra del cuore. Sono letteralmente pronti a uccidere alcuni calciatori, come è successo con il capitano e difensore della nazionale colombiana Andres Escobar.

Durante la Coppa del Mondo FIFA 1994, calciò accidentalmente la palla nella propria porta, facendo perdere alla squadra colombiana contro gli Stati Uniti e venendo eliminata dalla Coppa del Mondo.

Dieci giorni dopo, Andres è stato colpito da Humberto Muñoz, che ha sparato 6 proiettili al calciatore e dopo ogni colpo ha gridato "Goal!"

2. Cristina Grimmie

5j5hqpaaLa meravigliosa voce della giovane Christina le ha assicurato un posto nella sesta stagione dello spettacolo americano The Voice (analogo allo spettacolo russo "The Voice"). Ha accumulato un ampio seguito su YouTube pubblicando cover di canzoni popolari di Miley Cyrus, Justin Bieber, Katy Perry e altri artisti.

Dopo essersi esibita al Plaza Live di Orlando, Christina è stata uccisa a colpi di arma da fuoco mentre firmava autografi. L'assassino, Kevin James Loibl, secondo il suo unico amico Corey Dennington, poteva passare ore a guardare i video di Grimm su YouTube e seguire le sue attività sui social network. Ha subito un intervento chirurgico agli occhi, impianti di capelli, denti sbiancati e ha perso peso per Grimmie.

Nessuno sa esattamente perché Loibl abbia deciso di uccidere il suo idolo se era così infatuato di lei. Probabilmente si era reso conto che lei non avrebbe mai ricambiato i suoi sentimenti.

1. John Lennon

5gtmf130John Lennon è il primo nome che viene in mente quando si parla di omicidi di celebrità commessi dai fan.

Il mondo rimase scioccato quando John Lennon, uno dei membri dell'iconico gruppo The Beatles, fu ucciso a colpi di arma da fuoco l'8 dicembre 1980. Quel giorno, il musicista stava tornando dallo studio di registrazione con sua moglie Yoko Ono. Mentre scendeva dalla sua limousine, l'assassino Mark David Chapman gli ha sparato più volte alla schiena.

Lennon fu portato al Roosevelt Hospital con un'auto della polizia, dove fu dichiarato morto all'arrivo.

Chapman era un fan ossessivo dei Beatles. Chiese persino a Lennon di firmare la copertina dell'album Double Fantasy poche ore prima del suo omicidio.

Chapen ha spiegato l'omicidio di Lennon come il suo desiderio di affermarsi e attirare l'attenzione del pubblico.