10 persone che hanno deciso di vivere in posti inaspettati

Per la maggior parte di noi nel mondo occidentale, la vita segue un percorso prevedibile, almeno nel senso più generale. Tu vivi con la tua famiglia; tu vai a scuola; trovi un lavoro; avrai la tua casa. Potrebbero esserci un milione e un milione di ostacoli e variazioni, ma spesso è così che funziona. Che tu viva da solo o con altri, in un appartamento, in una casa, in un condominio o anche su una barca, l'idea di base è la stessa.

Ma alcune persone hanno semplicemente bisogno di marciare al ritmo di un tamburo diverso, e questo include anche il modo in cui decidono dove appendere il cappello la sera. Diamo un'occhiata ai 10 luoghi più inaspettati in cui le persone hanno scelto di vivere.

10. Un uomo vive all'aeroporto di Pechino da 14 anni.

Tom Hanks ha diretto il famoso film "Terminale" su un uomo bloccato in un aeroporto, ispirato alla storia vera di un uomo che ha trascorso 18 anni vivendo all'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi. Da quando è uscito il film, ci sono state diverse storie di altre persone bloccate negli aeroporti di tutto il mondo, a volte per anni. Il tema comune nella maggior parte di queste storie è che, per un motivo o per l'altro, un residente dell'aeroporto si è trovato in una situazione difficile. Questo non è stato il caso di Wei Jianguo di Pechino.

Nel 2022, è stato riferito che Jianguo viveva all'aeroporto internazionale di Pechino Capitale da 14 anni. Poteva però partire quando voleva, e infatti aveva un'intera famiglia proprio in città. Ha deciso di vivere all'aeroporto perché non gli piaceva vivere a casa.

Secondo Jianguo, ha lasciato la casa nel 2008 dopo aver litigato con la moglie. Non rivendica alcuna libertà perché la sua famiglia non approva il fatto che lui beve e fuma , così ha aperto un negozio nel Terminal 2 dell'aeroporto e da allora vive lì. Dice che la sua famiglia lo riprenderà se smetterà di bere e fumare, ma lui non ha alcun desiderio di farlo.

9. Mario Salcedo vive sulle navi da crociera da circa 22 anni.

Di solito, quando le crociere fanno notizia, è per un motivo meno glamour. Le epidemie e i problemi legati alle acque reflue sono stati due motivi per cui le crociere hanno fatto notizia negli ultimi anni. Ma niente di tutto questo allontanò Mario Salcedo dalla vita di mare. In effetti, ama così tanto la crociera che ha vissuto su navi da crociera negli ultimi 22 anni.

Salcedo ha trascorso anni lavorando nel settore finanziario e si è reso conto che comunque era lontano da casa più spesso. Si è stancato e in pensione nel 1997 , decidendo di vedere il mondo alle sue condizioni, che essenzialmente includevano semplicemente vivere su una nave della Royal Caribbean. A parte i 15 mesi in cui il Covid lo ha reso impossibile, lo fa da più di due decenni.

Questa idea sembra un po' folle a chi possiede ancora una casa, ma in pratica non è difficile da credere. Se non ha una casa, non ha affitto né mutuo, né bollette o bollette della spesa, né assicurazione auto o spese del gas. Non deve mai cucinare o pulire da solo. Ha attività programmate ogni giorno e può socializzare senza interruzioni se lo desidera. Paga da Da $ 60.000 a $ 70.000 all'anno per vivere così. Considerando che gli esperti consigliano di guadagnare almeno $ 80.000 all'anno vivere a New York. potrebbe essere interessato a qualcosa.

8. I Van Life vivono nei furgoni da decenni.

Negli ultimi anni, anche grazie al Covid-19, potresti aver sentito parlare dei Van Lifer, persone che hanno deciso di lasciare la propria casa fissa e iniziare a vivere al volante. Vivono in furgoni e viaggiano dove vogliono, risparmiando sull'affitto e sulle utenze, e in fondo devono preoccuparsi solo di cibo e carburante in termini di spese. I furgoni possono essere attrezzati per dormire, per cucinare e anche con servizi igienici.

Tuttavia, non tutto ciò che riguarda questa idea è nuovo. In Canada, Thomasina Pidgeon è già 25 anni vive nel suo furgone . E non è necessariamente una situazione in cui non può avere una casa, sceglie di non avere uno stile di casa diverso. Ha un'attività in proprio e sebbene non sia milionaria; dice che le piace di più vivere in un furgone che vivere in una casa perché si sente libera.

Altri che lo fanno si sono resi conto che il loro stile di vita è adatto vita sulla strada . Persone che viaggiano per mesi e pagano per una casa che usano a malapena. In un furgone possono comunque svolgere il loro lavoro viaggiando letteralmente in tutto il mondo.

7. Una coppia colombiana ha trascorso 22 anni insieme in una fogna.

In un certo senso, casa è qualsiasi luogo in cui puoi sistemarti e stare con le persone che ami. Potrebbe non essere sempre una bella casa o appartamento e la necessità potrebbe significare che alcune persone devono accontentarsi di condizioni insolite o estreme. Ma alcuni posti finiscono per sembrare molto più insoliti o estremi di altri. A meno che tu non sia una tartaruga ninja mutante, ovviamente. E Miguel e Maria Restrepo, per quanto ne sappiamo, non avevano la forza di tartaruga.

Miguel e Maria hanno vissuto insieme in Colombia per più di20 anni nella fogna. Avevano persino un cane. Lo spazio era lungo nove piedi e largo sei. Era anche alto un metro e mezzo, il che significava che non potevano reggersi in piedi fino in fondo.

La coppia ha allestito una camera da letto con un letto, una piccola cucina e anche un televisore , che hanno potuto vedere grazie a Miguel, che è riuscito a collegare l'elettricità.

6. Panta Petrovich potrebbe aver vissuto su un albero per 10 anni prima di trasferirsi nella grotta.

Pochi eremiti possono dire di aver raggiunto un certo grado di fama, ma Panta Petrovic è un eremita serbo che sembra continuare a fare notizia. Più recentemente, ha fatto notizia per aver lasciato la grotta che chiamava casa abbastanza a lungo per farsi vaccinare COVID-19. A quel tempo visse in questa grotta per circa 20 anni.

I dettagli della storia di Petrovich diventano un po' vaghi, il che dice qualcosa sulla storia di un uomo di 70 anni in una grotta. Potrebbe aver lavorato a Pirot al mercato nero o come tecnico sulle navi mercantili . In una storia del 2016 su un uomo, viveva in una casa sull'albero piuttosto che in una grotta. Ha una piccola fattoria di animali di cui si prende cura, tra cui capre, gattini e un cinghiale.

5. Heidemarie Schwermer rinunciò ai soldi e semplicemente viaggiò e visse ovunque

La maggior parte di noi ha difficoltà a separare dove e come viviamo dal denaro. Tendono ad andare di pari passo. Ma immagina per un momento di aver appena deciso che il denaro è un problema troppo grande e che non ne hai più bisogno. Quindi ti sei arreso. Pensi che potresti ancora sopravvivere e prosperare? Potresti! Perché Heidemarie Schwermer ce l'ha fatta, e ci è riuscita a 21 anni. Stava con amici o sconosciuti e faceva lavoretti in cambio di vitto e alloggio. Non accettava denaro e, se riceveva denaro, lo dava a chi ne aveva bisogno.

Schwermer ha lavorato psicoterapeuta quando ho deciso di mollare tutto e vivere senza soldi. Lo ha fatto all'inizio degli anni '50. Ha dato tutto ciò che aveva e ha venduto il suo appartamento, lasciando solo ciò che poteva stare nella sua valigia. Il piano originale era di farlo entro un anno. Ma è cresciuta fino all'età di 16 anni circa, quando è stato realizzato un documentario sulla sua vita, e alla fine è arrivata 21 anni quando morì di cancro nel 2016, viveva ancora senza un soldo.

4. Xiao Yun ha vissuto in un Internet café per dieci anni

C'è un termine che potresti conoscere dal mondo dei giochi chiamato Xbox Widow. I cambiamenti nel corso degli anni hanno incluso PlayStation Widow e WarCraft Widow. Lo scherzo è che alcuni uomini trascorrono così tanto tempo giocando che le loro mogli o fidanzate lo perdono. Scherzi a parte, alcune persone sacrificano le loro famiglie per i giochi e, nel caso di Xiao Yun, sembrava davvero una questione di vita o di morte.

Xiao è uscito di casa quando aveva 14 anni , e non è mai tornato. I suoi genitori presumevano il peggio. Era scomparsa da 10 anni e si presumeva morta quando fu scoperta in un internet cafè in una città a circa 100 miglia di distanza.

Ha vissuto attivamente negli Internet café e negli stabilimenti balneari ovunque decenni , facendo lavori saltuari o prendendo l'elemosina da altri giocatori per sopravvivere.

3. Padre e figlio hanno trascorso 40 anni nella giungla vietnamita.

Mentre alcune di queste storie sembrano un po' sciocche, altre sono incredibilmente serie, e questo è il caso della storia quasi incredibile di Ho Van Thanh e di suo figlio Ho Van Lang. La coppia è stata scoperta nel 2013, 40 anni dopo che Thanh era fuggito con il figlio allora giovane nella giungla nel pieno della guerra del Vietnam dopo che sua moglie e altri figli erano stati uccisi.

Per 40 anni, un uomo ha cresciuto suo figlio nella giungla, in una casa sull'albero, sorvegliata con frecce fatte in casa e altre armi. Il padre ha lasciato che le sue capacità di conversazione cadessero nel dimenticatoio, il che significa che suo figlio riusciva a malapena a comunicare e, all'età di 42 anni, sapeva tutto alcune parole fondamentali . Vivevano delle piante che raccoglievano e animali che venivano cacciati. . Per 40 anni non hanno avuto contatti con altre persone. Sfortunatamente, Ho Van Lang è morto di cancro nel 2021.

2. Un italiano ha trascorso 30 anni da solo su un'isola.

Sei mai stato così stufo del mondo da pensare che sarebbe stata una grande idea vivere sulla tua isola? Lo fece Mauro Morandi nel lontano 1989, quando la sua barca si arenò sull'Isola di Budelli dopo aver subito un danneggiamento e scoprì che il custode dell'isola stava per andare in pensione. Ha preso il sopravvento ed è diventato l'unica persona sull'isola per 32 anni insieme a diversi gatti. Il problema era che il governo italiano non lo voleva necessariamente lì.

Il governo ha dichiarato l'isola parte di un arcipelago più vasto, Parco Nazionale e Area di Interesse Speciale. Ciò tagliò fuori l’industria del turismo nell’interesse della protezione dell’isola, così rimase solo Morandi. Il governo ha tentato di sfrattarlo nel 2018, ma una petizione pubblica ha ricevuto 18.000 firme da persone che credevano che dovesse restare. Quindi lo hanno lasciato restare.

Nel 2021 la situazione è cambiata nuovamente e Morandi, che pur essendo solo aveva ancora i social, ha riferito che finalmente stava cedendo alle pressioni e stava lasciando l’isola. A 82 anni aveva pensione accumulata durante il suo lavoro di insegnante, per il quale acquistò una casa in una vera città.

1. L'uomo più solo del mondo

Se i media ti definiscono la persona più sola del mondo, deve esserci una storia incredibile dietro. Ed è vero, la storia di questo indigeno brasiliano è spiacevole e triste.

Non conosciamo il nome di quest'uomo e non sappiamo come si chiamava la sua gente. In alcuni posti si chiamava Buco indiano . Proveniva da una tribù molto remota dell'Amazzonia, come tutta la sua gente distrutto nel 1995 . Da quel momento in poi visse da solo nella giungla, sorvegliato da lontano dai gruppi per i diritti degli indigeni, ma in completo isolamento e senza nessun altro al mondo.

In precedenza, le persone avevano provato a contattare l'uomo, ma non aveva funzionato. Lanciava frecce a chiunque si avvicinasse troppo. Si ritiene che il resto dei suoi uomini siano stati uccisi in un conflitto con gli agricoltori che ha lasciato il veleno come una trappola.

Credevano che l'uomo avesse tra i 50 ei 60 anni, e c'erano prove che si nascondesse in buche scavate nella giungla, o forse le usasse per intrappolare gli animali. Anche se la fondazione locale che lo monitora vorrebbe lasciarlo in pace, ha anche provato decine di volte a proteggerlo dalle minacce.

Nell'agosto 2023 è stato riferito che l'uomo più solo del mondo era morto. Il suo corpo è stato trovato su un'amaca fuori dalla sua capanna. Si circondò di piume, dimostrando che forse sapeva che stava morendo e si era preparato.