10 prodotti alimentari più spesso contraffatti

È positivo quando gli scaffali dei negozi sono pieni di merci in abbondanza. Ci sono molti prodotti le cui etichette dicono "Eco", "composizione naturale" e altre cose attraenti.

È un peccato che alcuni di questi prodotti siano completamente falsi, che nella migliore delle ipotesi “mangeranno” i tuoi soldi e, nel peggiore dei casi, possono essere dannosi per la salute.

Diamo un'occhiata ai prodotti più contraffatti e scopriamo come verificarne l'autenticità.

10. Caviale rosso

Caviale rosso finto Questa prelibatezza è un vero magazzino di sostanze nutritive. È ricco di iodio, contiene fosforo, magnesio, ferro, vitamina D, vitamine del gruppo B, calcio e potassio. Ma tutte queste risorse naturali non sono disponibili se acquisti un falso a base di alghe e gelatina.

Come riconoscere un falso:

  • Al momento dell'acquisto prestare attenzione alla composizione: non deve contenere gelatina, uova, oli o latte. E dovrebbe esserci il nome del pesce da cui è stato ottenuto il caviale, sale e un paio di conservanti. Ad esempio, E400 (noto anche come glicerina) ed E200 (per impedire la crescita dei batteri nel caviale).
  • A casa, il modo più semplice per riconoscere un falso è gettare un paio di uova nell'acqua bollente. Se il caviale ha perso la sua forma e comincia a dissolversi, significa che non si tratta di vero caviale. Un uovo di vero pesce non cambierà forma, ma le proteine in esso contenute si coaguleranno.

9. Panna acida

Panna acida, contraffattaBellissimi vasetti luminosi di panna acida ti invitano a toglierli dallo scaffale. È solo che alcuni di questi prodotti hanno poco in comune con la classica panna acida, composta da panna e lievito naturale.

Contengono grassi vegetali al posto dei grassi animali e proteine della soia al posto delle proteine del latte.

Come riconoscere un falso:

  • Per verificare la naturalezza della panna acida, è necessario scioglierne una piccola quantità in acqua bollente. Il falso precipiterà, il prodotto naturale si dissolverà completamente.
  • Se possibile, prova ad acquistare panna acida da un produttore locale, poiché non è economicamente fattibile per loro produrre un prodotto contraffatto destinato ai consumatori locali.

8. Miele

Sciroppo di zucchero travestito da mieleQuesto è uno dei prodotti alimentari contraffatti più popolari non solo sul mercato russo ma anche su quello mondiale. Inoltre, puoi acquistare il "miele di tiglio" non solo nel negozio, ma anche in una fiera rurale.

Vi aggiungono acqua, amido, sciroppo di zucchero e vendono più volte miele vecchio e fuso, privo di qualsiasi valore nutritivo. E questi non sono gli unici, ma solo i modi più comuni per contraffare il miele.

Come riconoscere un falso:

  • Un buon miele non dovrebbe avere schiuma e il suo sapore non dovrebbe essere acido (segno di un prodotto acerbo o viziato).
  • Il vero miele ha un odore intenso e più sciroppo contiene, più debole è l'odore.
  • Per determinare la naturalezza del miele addensato, strofinane una goccia tra le dita. Hai sentito rugosità e granulometrie? Questo è lo zucchero lavorato dalle api. Se ti senti come se stessi massaggiando il grasso, questo è vero miele.

7. Gamberetti

GamberettiQuando compriamo gamberetti congelati, insieme a loro compriamo anche acqua congelata. Dopotutto, questi crostacei vengono congelati immediatamente dopo la cattura. E un "chilogrammo di gamberetti" può contenere dal 10 al 40% di ghiaccio.

Sulla confezione dei gamberetti è indicato il loro fattore di ronzio, ovvero il numero di gamberetti per chilogrammo. Ad esempio, 100/200 (ovvero, in un chilogrammo ci sono da 100 a 200 gamberetti). Ma questo è vero solo se i gamberi non sono sgusciati. Ma se i gamberetti sono sgusciati o senza testa, i numeri indicano quanti gamberetti sono contenuti in 1 libbra (0,45 kg).

Un altro problema con i gamberetti è che quando vengono allevati nella zona costiera, vengono solitamente pompati con antibiotici (il più delle volte cloramfenicolo). Quindi questi crostacei si ammalano meno.

Come riconoscere un falso:

  • È meglio non prendere i gamberi sgusciati, perché potrebbero essere filetti di pesce colorati.
  • Acquista solo gamberetti dell'Atlantico, hanno la minor quantità di antibiotici.
  • Se il sacchetto dei gamberetti è pesante, molto probabilmente ci sarà del ghiaccio sotto il guscio.
  • Se non si tratta di gamberetti veri ma di gamberetti finti, di solito lo dirà sull'etichetta, quindi leggi attentamente la descrizione del prodotto.

6. Zafferano

Zafferano, come distinguere un falsoUna delle spezie più popolari e costose al mondo aggiunge un bel colore e un aroma ai piatti. Ha anche un effetto conservante e gli alimenti preparati con lo zafferano possono essere conservati per diversi giorni.

Tuttavia, il costo del vero condimento allo zafferano è molto alto. E questo non sorprende, perché per produrre un chilogrammo di spezie sono necessari 200mila fiori di croco.

Come riconoscere un falso:

  • I veri colori dello zafferano innaffiano un colore rosso-arancio intenso. Sostituti (curcuma e cartamo) - giallo.
  • Lo zafferano 90% è prodotto in Iran e viene coltivato anche a fini commerciali in India e Spagna. Pertanto, quando acquisti lo zafferano, presta attenzione al paese di origine.
  • Se possibile, annusa le spezie offerte. Il vero zafferano ha un odore molto ricco, con una leggera amarezza.
  • Lo zafferano è costoso, 1 grammo costerà 400 rubli e oltre.
  • Si consiglia di acquistare lo zafferano sotto forma di filamenti; sono di colore arancio scuro, più sottili da un lato e leggermente appiattiti dall'altro. Ma non hanno curvature né frange.

5. Salsiccia e salsicce

Salsicce e wurstel senza carneI prodotti tanto amati dai russi sono anche i preferiti dei produttori disonesti. Non abbastanza carne? Nessun problema! Ma c'è così tanto amido!

E invece di carne di maiale e di manzo, mettono carne più economica: il pollo. E non li assecondano, e le salsicce il cui nome contiene la parola “pollo” non possono effettivamente contenere più di 10% di carne di pollo.

Come riconoscere un falso:

  • Più un ingrediente è lontano dall'inizio della composizione (carne di pollo ad esempio), meno ne rimane.
  • Più breve è la composizione, meglio è. Idealmente dovrebbe contenere: carne, sale, acqua e spezie. Più ingredienti ci sono, meno carne c'è nella salsiccia.
  • Più forte è l'odore della salsiccia, peggio è. Con l'aiuto di condimenti aromatici, di solito cercano di mascherare un prodotto avariato o una salsiccia con una grande quantità di soia.
  • La superficie di una buona salsiccia deve essere liscia, senza fondo acquoso, e i pezzi di lardo devono avere la stessa dimensione.

4. Pane

PaneIl pane soffice con una crosta fragrante e una mollica bianca come la neve è una delizia per gli occhi dei clienti e il numero 1 in ogni classifica alimentare. Tuttavia, il candore vergine del “mondo interiore” del pane può essere una conseguenza dell'uso dei cosiddetti “miglioratori” (urea, pirosolfito di sodio, perossido di calcio, ecc.), che vengono utilizzati per sbiancare la farina.

E anche se compri il pane nero, potresti ritrovarti con un falso. Invece del pane naturale, potresti imbatterti in pane colorato con coloranti sintetici.

E infine, invece della farina premium, i produttori senza scrupoli utilizzano farina di 1a scelta. Qui, purtroppo, la contraffazione può essere determinata solo attraverso test di laboratorio.

Come riconoscere un falso:

  • Il pane naturale viene conservato per non più di 24 ore senza confezione e 72 ore nella confezione. Se l'etichetta sulla confezione promette una conservazione più lunga, significa che c'erano conservanti.
  • Il pane di alta qualità riacquisterà rapidamente la sua forma premendo leggermente sulla sua superficie. Se c'è un'ammaccatura significa che il pane è poco cotto e la mollica è troppo appiccicosa.
  • L'aroma troppo dolce e innaturale del pane nero indica la presenza di un colorante (ad esempio caramello).
  • Il pane colorato artificialmente contenente coloranti come cacao e carminio ha un colore marrone molto scuro e uniforme. Nel vero pane nero, le fibre della farina sono distribuite in modo non uniforme e anche il colore non è uniforme.

3. Pesce affumicato

Pesce affumicato con fumo liquidoIl pesce gustoso e aromatico è un'aggiunta indispensabile alla birra ed è buono da solo. Sapete perché il pesce affumicato a volte ha un aroma speciale? Da un aroma chiamato "fumo liquido". Potrebbe esserci una reazione allergica e in alcuni paesi il “fumo liquido” di origine artificiale è vietato come cancerogeno.

Come riconoscere un falso:

  • Il pesce trattato con “fumo liquido” ha un odore di affumicato molto forte.
  • Se il pesce viene affumicato secondo tutte le regole, la sua carne ha una tinta giallastra e il grasso (della stessa tonalità) si trova nella zona dello stomaco.
  • Il pesce tagliato e affumicato con fumo liquido ha il colore di una semplice aringa e non viene rilasciato quasi nessun grasso.
  • Pertanto, se acquisti pesce affumicato, non essere timido e chiedi al venditore di tagliarlo.

2. Olio d'oliva

80% olio d'oliva – falsoPer la mafia italiana il business della adulterazione dell’olio d’oliva è una vera miniera d’oro. Già nel 2011, le autorità investigative italiane hanno riferito che circa 80% di olio d'oliva proveniente dall'Italia erano falsificati o dichiarati in modo errato.

Quindi, se prendi il "vero olio d'oliva italiano", preparati al fatto che potrebbe rivelarsi un falso di bassa qualità mescolato con l'olio vegetale più economico importato da Tunisia, Grecia e Marocco.

Come riconoscere un falso:

  • Studia la composizione, dovrebbe contenere solo olio d'oliva (Naturale, 100% Olio d'oliva). Se sono presenti le parole Mix, Polivio, Estella si tratta di una miscela che può contenere solo 1% di olio d'oliva.
  • Va bene se sull'etichetta c'è la scritta DOP. Ciò significa che l'intero ciclo di produzione dell'olio, compreso il suo imbottigliamento, è stato effettuato in un'unica regione controllata.
  • L'olio d'oliva di alta qualità, una volta nel frigorifero, si addenserà notevolmente e sul fondo appariranno scaglie e sedimenti. A temperatura ambiente l'olio tornerà alla normalità.

1. Acqua naturale in bottiglia

Acqua naturale di tiglioLa top 10 dei prodotti più falsificati è guidata dall'acqua. La percentuale di acqua in bottiglia contraffatta varia in media da 25 a 30%. E in alcuni paesi arriva fino a 80%.

Chemezov propose di risolvere questo problema etichettando l'acqua. Nel frattempo bisognerà cercare di distinguere da soli l'acqua in bottiglia buona da quella cattiva.

Come riconoscere un falso:

  • L'etichetta deve indicare il numero del pozzo artesiano, nonché la data di imbottigliamento, data di scadenza, grado di mineralizzazione e durezza, composizione dell'acqua e sua fonte (pozzo o rete idrica).
  • Esistono due categorie di acqua in bottiglia: la prima e la più alta. Nella prima rientra anche l'acqua ordinaria fatta passare attraverso un filtro industriale. Sono ammessi alla Major League solo i partecipanti che soddisfano i requisiti per l'acqua artesiana e sorgiva.
  • Non dovrebbero esserci impurità o sedimenti nell'acqua.